Grano saraceno

Sembra un cereale, non lo è, ma è come se lo fosse.

Quando si riuniscono a tavola tra parenti,
oltre al grano saraceno, ci sono anche gli spinaci e le barbabietole
(perché mica serve assomigliarsi per essere una famiglia).
È perfetto per un’alimentazione gluten-free,
digeribile perché contiene molto amido, e ideale per sostituire pasta e pane per sentirsi più leggeri.
Puoi provarlo con il formaggio, la carne, il pesce, le verdure, e pure nei dolci.
Uno pseudo-cereale da tenere decisamente in dispensa.

Che storia!

Il grano saraceno è diffuso nella cucina di
Medio Oriente, Russa e Ucraina,
dov’è usato per preparare un porridge che si chiama Kaša.

Il nome è ancora un mistero: si crede che si chiami così perché diffuso

in Italia dagli Arabi o dal colore dei chicchi scuri come i saraceni, appunto.

La sua coltivazione nel veronese comincia nel ‘500

e nello stesso secolo anche in Valtellina: grazie a cui abbiamo i mitici pizzoccheri!

I nostri prodotti a base di Grano saraceno